MUNICIPI DEL COMUNE DI ROMA ALTRO ROUND DEL FOIA INFINITO

MUNICIPI DEL COMUNE DI ROMA, ALTRO ROUND DEL “FOIA INFINITO” (4 dicembre 2018)

Altro round di quella che sembra un’interminabile partita sull’efficienza allocativa dei Municipi del Comune di Roma. Si ricorderà che il 7 novembre scorso (www.italiatrasparente.it/2018/11/12/2014/) il Movimento Roma Sceglie Roma e l’Associazione Finanzieri Cittadini e Solidarietà avevano chiesto al Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane di ricalcolare la somma da pagare per ottenere i dati numerici delle giornate di presenza registrate da un solo Municipio, il XIII, nel solo mese di maggio 2018. Somma che, quindi, riferendosi a poco più del 5 per cento del totale dei dipendenti dei Municipi della Capitale, deve necessariamente essere molto più bassa rispetto ai 6.238 euro richiesti a seguito del primo accesso presentato nel mese di maggio.

Una decina di giorni fa è pervenuta una lettera (scaricabile DA QUI) con cui il Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane fa presente all’Avvocato Fortuna che il “ricalcolo” di quanto dovuto per il Municipio di Roma Aurelio soltanto dopo <<espressa rinuncia e revoca>> del primo accesso civico generalizzato, quello del 23 maggio 2018.

L’Avvocato Fortuna ha risposto con la lettera che si può scaricare DA QUI e il cui testo riportiamo di seguito.

 

TESTO DELLA LETTERA DEL 4 DICEMBRE 2018

 

1. In esito a quanto richiesto dal Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane del Comune di Roma con la nota in riferimento (che si allega in fotocopia), si conferma che il Movimento Roma Sceglie Roma e l’Associazione Finanzieri Cittadini e Solidarietà – Ficiesse, in ragione dell’importo molto elevato richiesto con la nota GB/60072 del 26 luglio 2018 (euro 6.238,60) in risposta all’accesso civico generalizzato del 23 maggio 2018, hanno dovuto modificare le azioni del “Gruppo di lavoro Municipi del Comune di Roma”.

Di conseguenza il 23 agosto 2018, è stato inviato un secondo accesso civico generalizzato del tutto autonomo rispetto al precedente, di tipo esplorativo e riferito a dati molto più semplici riguardanti, per il momento, il solo Municipio XIII.

Per tale motivo, si rinuncia a quanto richiesto con l’accesso del 23 maggio 2018, che quindi in questo senso può certamente intendersi come revocato, e si rimane in attesa del calcolo dell’importo dovuto.

2. Si coglie l’occasione per tornare a chiedere al Livello politico del Comune di Roma di voler valutare l’avvio di un “dialogo cooperativo”, giacché il Gruppo di lavoro sui Municipi del Comune di Roma fa parte di un progetto nazionale informato a una metodologia scientifica di gestione per obiettivi delle pubbliche amministrazioni, denominata “Etpl” (efficienza, trasparenza, partecipazione, legalità), in grado di produrre miglioramenti profondi, partecipati e immediati in tutti i quartieri della Capitale come in ogni territorio del nostro Paese.

Nell’ambito di tale progetto sono stati fino ad oggi presentati dall’Associazione Ficiesse (vgs. www.italiatrasparente.it) accessi civici generalizzati non soltanto nei confronti del Comune di Roma ma anche della Polizia di Stato, dell’Agenzia dell’Entrate, della Guardia di Finanza, delle Sezioni Lavoro dei Tribunali Civili del Lazio (Cassino, Civitavecchia, Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Tivoli, Velletri, Viterbo) e di nove Istituzioni e Autorità amministrative indipendenti (Agcm, Agcom, Agid, Anac, Arera, Art, Cnel, Ivass, Privacy).

Si ringrazia e si porgono i migliori saluti

(Avv. Giuseppe Fortuna)

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:

Pubblicato il: 4 dicembre 2018 alle 6:31 pm