FOIA TEMPI MEDI RIMBORSI IVA

FOIA TEMPI MEDI RIMBORSI IVA, CHIESTI ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE GLI OBIETTIVI 2019 ASSEGNATI ALLE DIREZIONI PROVINCIALI CHE NEL 2018 HANNO FATTO REGISTRARE I TEMPI PIÙ LUNGHI (TRA CUI MILANO, NAPOLI E ROMA) – 25 luglio 2019 – 

Dopo quello di due settimane fa ad Anac, oggi è stato inviato all’Agenzia delle Entrate il secondo accesso  generalizzato del Progetto Italia trasparente (disponibile DA QUI) per conoscere gli “obiettivi numerici” assegnati per il 2019 in termini di tempi di pagamento dei rimborsi iva.

Al primo accesso, dello scorso 28 marzo, l’Agenzia ha risposto il successivo 17 aprile inviando una tabella dalla quale risulta che, nel 2018, i tempi medi più brevi sono stati conseguiti – nell’ordine – nelle province di Parma (45 giorni), Biella (47), Asti (49), Savona (49) e Pisa (50), mentre quelli più lunghi sono stati registrati a Nuoro (116 giorni), Novara (121), Milano (123), Palermo (123), Napoli (125), Ragusa (126), Messina (127), Roma (130), Siracusa (139) e Agrigento (156),

In questo caso, il salto di qualità del Progetto Italia trasparente si riassume in due semplicissime domande: il livello nazionale dell’Agenzia delle Entrate ha assegnato alle Direzioni delle nominate quindici province obiettivi di miglioramento per l’anno 2019? E – se sì – quali esattamente?

Il prosieguo dell’iniziativa sarà spiegato nella versione del Manuale del Progetto Etpl Italia trasparente attualmente in corso di predisposizione.

acg terzo gruppo municipi roma

FOIA COMUNE ROMA, INVIATA L’ISTANZA DI ACCESSO AL TERZO GRUPPO DI MUNICIPI (III, V, VI, VII E X) –  22 luglio 2019 – 

È stata inviata oggi e si può scaricare DA QUI l’istanza di accesso di “Italia trasparente” al terzo  gruppo di Municipi per numero di abitanti: III (205mila), V (247mila), VI (257mila), VII (308mila) e X (231mila).

Ovviamente, anche in questo caso abbiamo chiesto come ciascun Municipio ha distribuito tra le sue unità organizzative interne le unità di personale avute complessivamente a disposizione alla data del 30 giugno 2019 indicate nelle tabelle Erp-Sap pubblicate sul sito istituzionale alla pagina https://www.comune.roma.it/resources/cms/documents/assenze_presenze_apr_giu_2019.pdf.

Accesso ad ANAC su obiettivi 2019

SALTO DI QUALITÀ DEL PROGETTO ITALIA TRASPARENTE: CHIESTI AD ANAC GLI OBIETTIVI NUMERICI 2019 ASSEGNATI ALLE UNITÀ ORGANIZZATIVE INTERNE DEPUTATE ALLA PRODUZIONE DIRETTA (PARTONO I PERCORSI PER MISURARE DAVVERO IL “MERITO SOSTANZIALE”) – 13 luglio 2019 –

È stato inviato oggi (ed è disponibile da quiun accesso civico generalizzato “pilota” commissionato dal Sindacato Pensionati italiani Spi-Cgil e dall’Associazione Ficiesse.

appello ficiesse a consiglio di stato

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO DI FICIESSE SUGLI ECCESSIVI IMPIEGHI IN ATTIVITÀ DI FUNZIONAMENTO DELLA GUARDIA DI FINANZA: PRESENTATO L’APPELLO AL CONSIGLIO DI STATO (È LA PRIMA VOLTA IN ITALIA) – 16 giugno 2019 – 

È stato presentato dagli avvocati Giuseppe Fortuna e Umberto Coronas l’appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR del Lazio che ha confermato il diniego della Guardia di finanza all’istanza di accesso civico presentata dall’Associazione Finanzieri Cittadini e Solidarietà Ficiesse per conoscere i costi di funzionamento, in termini di ore/persona, della lunga catena gerarchica del Corpo: cinque livelli di direzione e controllo (Comando generale, Comandi interregionali, Comandi regionali, Comandi provinciali e Comandi di gruppo) in luogo dei due della Polizia di Stato (Dipartimento e Questure).

acg a secondo gruppo municipi roma

FOIA MUNICIPI COMUNE DI ROMA, PERVENUTE DA TUTTI I MUNICIPI DEL PRIMO GRUPPO LE RISPOSTE SULLE ESATTE DOTAZIONI ORGANICHE. INVIATE OGGI QUELLE AI MUNICIPI DEL SECONDO GRUPPO (I, II, IV, IX e XIV) – 11 giugno 2019 – 

Siamo lieti di comunicare che sono pervenute TUTTE LE RISPOSTE del primo gruppo di Municipi del Comune di Roma all’accesso civico generalizzato presentato il 21 marzo scorso dal Movimento Roma Sceglie Roma e dall’Associazione Finanzieri Cittadini e Solidarietà Ficiesse.

Come si ricorderà, stavolta stiamo chiedendo il numero esatto di dipendenti che ciascun Municipio ha assegnato alle sue unità organizzative interne ad una data precisa riscontrando il totale con i dati del sistema informativo ERP-SAP pubblicati sul sito istituzionale.

Come si ricorderà,  stavolta stiamo chiedendo come ciascun Municipio ha distribuito tra le sue unità organizzative interne il personale che, dalle tabelle Erp-Sap pubblicate sul sito istituzionale, risulta aver avuto complessivamente a disposizione ad una data precisa.

I Municipi sono stati divisi in tre gruppi, ordinati per numero crescente di abitanti. Oggi è stata inviata l’istanza di accesso, scaricabile DA QUI, al secondo gruppo di Municipi: IX (156mila abitanti), II (168mila), IV (177mila), I e XIV (entrambi con 185mila abitanti).

Una volta pervenute le risposte, si procederà ad inviare la terza e ultima istanza ai restanti cinque Municipi per poi passare alle fasi successive descritte al paragrafo 5.7.1 del Manuale del Progetto Italia trasparente, che riportiamo di seguito.

DAL MANUALE ETPL DEL PROGETTO ITALIA TRASPARENTE – Versione del 4 marzo 2019 –

PARAGRAFO 5.7.1

CENNI SUL NUOVO MODELLO DI GOVERNANCE CHE SI PROPONE PER IL COMUNE DI ROMA

In sintesi, le due organizzazioni civiche sono partite dall’analisi degli organigrammi dei quindici Municipi pubblicati sul sito internet istituzionale che a dicembre del 2017, evidenziavano differenze notevolissime nel numero delle unità organizzative interne (dalle 30 del Municipio I e XI alle 147 del Municipio VII, come risulta dalla figura 11), ma anche nelle denominazioni, nelle competenze e nelle linee di dipendenza gerarchica.

MUNICIPI DEL COMUNE DI ROMA

MunicipiPosizione geograficaN.ro

abitanti

N.ro

uu.oo. interne

Indirizzi organigrammiData rilevazione
Municipio

I

centrale131.88130www.comune.roma.it/pcr/it/mun_x_lav_auto.page16.12.2017
Municipio

II

centrale123.09470http://www.comune.roma.it/pcr/it/mun_2_strutt_municipio.page16.12.2017
Municipio

III

semicentrale

periferica

205.01962http://www.comune.roma.it/pcr/it/municipio_iv_org.page16.12.2017
Municipio

IV

semicentrale

periferica

176.981101http://www.comune.roma.it/pcr/it/mun_v_u_o_ser_tecn_new.page16.12.2017
Municipio

V

semicentrale247.30289http://www.comune.roma.it/resources/cms/documents/MACROSTRUTTURAMUNICIPIOROMAVAllegatoA.interattivo30nov.pdf16.12.2017
Municipio

VI

periferica257.53459http://www.comune.roma.it/pcr/it/mun_viii_org_mun_uoa.page16.12.2017
Municipio

VII

semicentrale

periferica

308.075147http://www.comune.roma.it/pcr/it/mun_x_lav_auto.page18.12.2017
Municipio

VIII

semicentrale

periferica

131.18188http://www.comune.roma.it/resources/cms/documents/organigramma_municipio_08_versione_22maggio2017.pdf18.12.2017
Municipio

IX

semicentrale

periferica

182.02553http://www.comune.roma.it/pcr/it/mun_xii_org_amm.page18.12.2017
Municipio

X

periferica231.72359http://www.comune.roma.it/pcr/it/mun13_stru_org.page16.12.2017
Municipio

XI

semicentrale

periferica

155,58630http://www.comune.roma.it/pcr/it/mun_xv_dir_pat_ter_att_prod.page1.12.2017
Municipio

XII

semicentrale

periferica

141.10780http://www.comune.roma.it/pcr/it/mun_xvi_str_org.page16.12.2017
Municipio

XIII

semicentrale

periferica

134.14771

(?)

http://www.comune.roma.it/pcr/it/mun_xviii_oa.page16.12.2017
Municipio

XIV

semicentrale

periferica

191.77693

(?)

http://www.comune.roma.it/pcr/it/mun_xix_strut.page16.12.2017
Municipio

XV

semicentrale

periferica

159.98467http://www.comune.roma.it/pcr/it/municipio_xx_ser.page16.12.2017

Fig. 11

Informazioni sui Municipi del Comune di Roma

Ciò, ovviamente,  non vuol dire che un Municipio con un più elevato numero di unità organizzative interne sia necessariamente meno efficiente e produttivo di altri con organigrammi più agili, ma senza dubbio significa che ci troviamo di fronte alla situazione ideale per il benchmarking, visto che si tratta di strutture che hanno gli stessi compiti istituzionali e agiscono sulla base delle medesime disposizioni legislative e regolamentari.

Pertanto, il 24 maggio 2018 Ficiesse e Roma Sceglie Roma hanno effettuato un accesso civico generalizzato preliminare per ottenere i dati numerici sugli “impieghi” relativi all’esercizio 2017 delle unità organizzative interne dei quindici Municipi per individuare quelle eventualmente “sovradimensionate” e chiedere il potenziamento di quelle deputate alle attività di produzione diretta.

L’intenzione era – ed è – quella di coinvolgere le imprese e le organizzazioni civiche (stakeholder) operative, presenti e attive nei territori di ciascun Municipio per partecipare alla definizione di una CARTA DEI SERVIZI DI QUARTIERE recante l’indicazione delle tipologie di servizi pubblici (output) considerati “essenziali” e degli outcome considerati “rilevanti” per il miglioramento della qualità di vita dei cittadini e delle condizioni per fare impresa nel territorio di ciascun quartiere della Capitale.

Contemporaneamente, è prevista la costituzione di GRUPPI DI STUDIO per analizzare strutture organizzative, modalità di funzionamento e coinvolgimento civico adottate da altri comuni italiani e da capitali europee e svolgere analisi comparative con Comune e quartieri romani.

Nella fase successiva il Gruppo di lavoro e gli stakeholder coinvolti nel progetto presenteranno accessi civici generalizzati alle istituzioni interessate (Comune di Roma, Forze di Polizia, Aziende Sanitarie, eccetera) per ottenere i dati numerici degli output (servizi) ritenuti essenziali e degli outcome ritenuti rilevanti dalla Carta dei Servizi di quartiere e si chiederà il coinvolgimento dei Gruppi di studio nella valutazione della quantità e qualità dei servizi resi, nei momenti della fissazione degli obiettivi annuali di miglioramento e nei momenti di verifica dei risultati conseguiti.

Si procederà quindi alla costituzione di una ANAGRAFE DEI TEMPI MASSIMI riguardante l’erogazione quantitativa e qualitativa dei servizi ritenuti essenziali da cittadini e imprese, con l’attribuzione di termini temporali di consegna di ciascuna tipologia di output da calcolare, specialmente per documenti e autorizzazioni, sui tempi medi di lavorazione dell’anno precedente e sulle prestazioni del Comune/Municipio benchmark.

La lavorazione delle pratiche dovrà basarsi sul PRINCIPIO DELL’ORDINE DI ARRIVO, a prescindere da chi le presenti, da concludere nei tempi determinati per ciascuna tipologia concordati annualmente con gli stakeholder territoriali (organizzazioni civiche e associazioni d’impresa).

Si valuterà, inoltre, collettivamente e in piena trasparenza l’opportunità dell’istituzione di percorsi protetti, cioè di lavorazioni con termini di consegna ulteriormente ridotti a favore, ad esempio, di investimenti nazionali e internazionali che creino posti di lavoro nel Comune garantendo loro una corsia preferenziale trasparente nell’interesse della città e dei cittadini.

ALTRO NO DEL TAR LAZIO

ALTRO NO DEL TAR LAZIO AI CONTROLLI CIVICI SUI COSTI DI FUNZIONAMENTO DELLA CATENA GERARCHICA DELLA GUARDIA DI FINANZA: RISCHIO DI “PREGIUDIZI CONCRETI” A SICUREZZA, DIFESA, STABILITÀ ECONOMICO/FINANZIARIA, ECCETERA. IN PREPARAZIONE L’APPELLO DI FICIESSE AL CONSIGLIO DI STATO – 06 giugno 2019

È stata pubblicata ed è disponibile DA QUI la sentenza del TAR Lazio – Sezione Seconda Ter – sul ricorso presentato dallo Sportello Efficienza Trasparenza Partecipazione e Legalità dell’Associazione Ficiesse contro il diniego opposto alla richiesta di conoscere i dati numerici provenienti dall’evoluto sistema informativo, denominato “S.I.Ris.”, sui costi di funzionamento della catena gerarchica della Guardia di Finanza che, dallo scorso gennaio, è arrivata a sei livelli complessivi (a fronte dei tre della Polizia di Stato), cinque dei quali di direzione e controllo.

Una sentenza molto breve, rispetto alla precedente (la n.08862/2018), in cui si afferma, senza però alcuna dimostrazione, che fornire i TOTALI COMPLESSIVI ANNUALI delle ore/persona con codici E (attività di Esecuzione, cioè dirette al conseguimento delle missioni istituzionali), con codici C (attività di comando, cioè di indirizzo e controllo) e con codici F (attività di funzionamento, cioè strumentali e di supporto), aggregando peraltro TUTTI I REPARTI OPERATIVI DEL CORPO, potrebbe <<comportare un “concreto pregiudizio” agli interessi, quali la sicurezza pubblica, l’ordine pubblico, la sicurezza nazionale, la difesa e le questioni militari, la politica e la stabilità finanziaria ed economica dello Stato>>. 

Non sono state, quindi, ritenute condivisibili le osservazioni contenute nelle memorie degli avvocati Fortuna e Coronas, l’ultima delle quali, del 19 aprile 2019, si può scaricare DA QUI.

E’ in preparazione l’appello al Consiglio di Stato.

RICHIESTA CONTROLLO DATI A COMUNE ROMA

FOIA MUNICIPI COMUNE ROMA, CHIESTI 1.073 EURO PER CONOSCERE GLI IMPIEGHI DI UN SOLO MESE DI UN MUNICIPIO TRA I PIÙ PICCOLI: MA I DATI DELLE TIMBRATURE GIORNALIERE NON SONO NEGLI EVOLUTI DATABASE ERP-SAP COMUNALI? – 31 maggio 2019 

Con la lettera disponibile DA QUI, il Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane del Comune di Roma ha risposto all’accesso civico generalizzato del Movimento Roma Sceglie Roma e dell’Associazione Ficiesse finalizzato a conoscere i dati delle ore o, in mancanza, delle giornate/persona relative al solo mese di maggio 2018 provenienti dalle timbrature giornaliere dei 584 dipendenti del solo Municipio XIII (Aurelio).

Come si ricorderà, a un precedente accesso civico riferito agli impieghi di tutti e quindici i Municipi e per l’intero anno 2018,  il Dipartimento aveva risposto con una lettera in cui si sosteneva che <<la particolarità delle informazioni oggetto dell’accesso>> avrebbe comportato <<l’esecuzione di complesse elaborazioni dei dati di presenza delle 11590 unità di personale in servizio presso le strutture territoriali>>,  quantificando la richiesta in complessivi 6.238,60 euro, la cui componente maggiore era costituita da undici “ore di elaborazione” dal costo unitario di euro 525 per complessivi euro 5.575.

Poiché non sembrava possibile che DATI FONDAMENTALI come quelli provenienti dalle timbrature giornaliere dei badge non vengano archiviati in database informatizzati, dati peraltro che il Comune di Roma utilizza per alimentare un evoluto software di gestione del personale della nota multinazionale SAP, si è deciso di andare “a vedere le carte”, limitando i dati non a dodici mesi ma al solo maggio 2018 e non a 11590 dipendenti dei quindici Municipi romani ma soltanto ai 584 del Municipio Aurelio.

In tal modo, la cifra totale avrebbe dovuto proporzionalmente essere portata dai 6.238 euro inizialmente richiesti a soli 47 euro.

Ha destato sorpresa, perciò, questa richiesta di euro 1.073, di cui ben 1.050 per due “ore di elaborazione” (525 x 2) in luogo delle precedenti 11.

Poiché i dati sugli impieghi  delle risorse umane sono INFORMAZIONI NUMERICHE INDISPENSABILI per monitorare l’efficienza e la produttività della gestione  e per verificare l’eventuale presenza di unità organizzative sovradimensionate o del tutto superflue, abbiamo chiesto in data odierna (si veda la lettera scaricabile DA QUI) di controllare l’esattezza di un importo così sproporzionato, di sapere se le due “ore di elaborazione” provengano da personale interno o esterno e come sia possibile, vista la disponibilità di applicativi SAP, che tali informazioni elementari non siano già presenti nei database comunali.

 

 

Risposta Agentrate Acg tempi medi rimborsi iva 2018

FOIA TEMPI MEDI RIMBORSI IVA, SOLLECITA RISPOSTA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE ALL’ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO DI FICIESSE E ASSOCIAZIONE NAZIONALE DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI: IL BENCHMARK 2018 É  STATA LA DIREZIONE PROVINCIALE DI PARMA CON 45 GIORNI – 17 aprile 2019

Ringraziamo l’Agenzia delle Entrate, che ha inviato con cortese sollecitudine la risposta (scaricabile DA QUI) all’istanza di accesso civico generalizzato dell’Associazione Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ADC e dell’Associazione Finanzieri Cittadini e Solidarietà Ficiesse trasmessa poco più di due settimane fa nell’ambito del Progetto Etpl Italia trasparente .

La Direzione provinciale che nel 2018 ha fatto registrare il tempo medio dei rimborsi iva più breve risulta quella di PARMA con 45 giorni trascorsi dalla data di richiesta alla data di effettiva erogazione.

Nelle prossime settimane si procederà ad attivare gli stakeholder territoriali per i riscontri sull’effettività delle prestazioni e, successivamente, ad inviare le richieste per conoscere gli obiettivi di miglioramento assegnati per l’anno in corso alle Direzioni provinciali più distanti dal benchmark di Parma.

Prima risposta da Comune Roma

FOIA MUNICIPI ROMA, PRIMO RISULTATO POSITIVO DELL’INIZIATIVA DEL MOVIMENTO ROMA SCEGLIE ROMA E FICIESSE (A UNDICI MESI DAL PRIMO ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO): PERVENUTI DAL MUNICIPIO XIII I DATI NUMERICI SULLA PRECISA DISTRIBUZIONE DEI 583 DIPENDENTI NELLE 110 UNITÀ ORGANIZZATIVE INTERNE – 11 aprile 2019

Sono pervenuti oggi i primi dati numerici sugli “impieghi” dei Municipi del Comune di Roma riferiti, come richiesto, alla data del 31 dicembre scorso. Si tratta della tabella (che può essere scaricata DA QUI) del Municipio XIII diretto dalla Dottoressa Maria Rita Capponi, che ringraziamo vivamente.

Si noterà che le unità organizzative interne del Municipio sono passate dal precedente numero complessivo di 71 dell’organigramma presente sul sito internet istituzionale alla data della precedente istanza di accesso, che abbiamo effettuato il 23 agosto 2018, alle attuali 110.

Un aggiornamento che, unito a quello di diversi altri Municipi, riteniamo rappresenti un primo risultato positivo della nostra iniziativa e che ci auguriamo consenta di avviare un proficuo dialogo cooperativo nella direzione indicata dal paragrafo 5.10 del Manuale . 

Relazione Fortuna a Congresso Ficiesse

LA RELAZIONE DI GIUSEPPE FORTUNA AL VI CONGRESSO NAZIONALE FICIESSE SUGLI ACCESSI CIVICI GENERALIZZATI DEL PROGETTO ITALIA TRASPARENTE: VITALE PER I CONTI PUBBLICI, PER L’ECONOMIA E PER SCONFIGGERE LA CORRUZIONE CHE LA GDF DIA ESECUZIONE AD AZIONI (OGGI POSSIBILI) DI “PREVENZIONE” DELL’EVASIONE FISCALE E DI CONTROLLO DELL’EFFICIENZA DELLE PP.AA. – 6 aprile 2019

Sono disponibili DA QUI le slide in Powerpoint della relazione di Giuseppe Fortuna al IV Congresso nazionale dell’Associazione Finanzieri Cittadini e Solidarietà sulle azioni civiche già avviate nell’ambito del “Progetto Etpl Italia trasparente” (www.italiatrasparente.it) per una RIFORMA DELLE BUROCRAZIE STATALI E TERRITORIALI che rilanci in tempi brevissimi la nostra economia in ogni parte del Paese nella più completa legalità, coesione sociale e trasparenza attraverso gruppi di azioni improntate, fin da ora, alle logiche del NUOVO SISTEMA DI CONTABILITÀ PUBBLICA ECONOMICA che serve con urgenza all’Italia.

In estrema sintesi, come si rileva dalle slide le cui immagini pubblichiamo di seguito, chiederemo alla Guardia di Finanza: 1) di ridurre gli attuali 6 livelli gerarchici a quattro sopprimendo Comandi Regionali e Comandi di Gruppo; 2) di indirizzare alle attività dirette (come si dice nel Corpo “di esecuzione del servizio”) di primo livello tecnico le diverse migliaia di unità di personale (da noi stimate in ALMENO OTTOMILA) che verrebbero in tal modo recuperate; 3) di strutturare con immediatezza come attività di primo livello tecnico quelle di PREVENZIONE DELL’EVASIONE FISCALE E DEGLI ALTRI ILLECITI ECONOMICO-FINANZIARI, a cominciare dai possibili tentativi di illecita percezione dell’ormai imminente “reddito di cittadinanza” approvato dal Parlamento.

Successivamente, non appena snellita ed efficientata la sua stessa struttura, il Corpo potrebbe essere incaricato di collaborare nello svolgimento di AZIONI SISTEMATICHE DI CONTROLLO DELL’EFFICIENTE FUNZIONAMENTO DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI nella logica di contabilità economica pubblica Etpl.